Xiangqi, che si pronuncia ‘shyahng chi’, è ancora in fase di scoperta in Occidente, dove è conosciuto come ‘scacchi cinesi’ in piccoli cerchi. E ‘stato giocato e goduto per secoli in Cina, tuttavia. Potrebbe benissimo essere il gioco da tavolo più popolare al mondo, ancor più degli scacchi ‘internazionali’ più familiari che è ben noto in tutto il Nord America e in Europa.

Organizzare il consiglio di Xiangqi

A differenza di molti giochi della sua famiglia, i pezzi Xiangqi sono disposti lungo le linee della tavola invece che all’interno delle piazze. La scheda è composta da nove linee verticali, o file, e dieci linee orizzontali, o ranghi. Nella parte posteriore di entrambi i lati c’è un palazzo, che è di tre per tre linee, con quattro linee diagonali che escono dal centro formando una ‘X’. Separare le parti rivali è un fiume, che si trova tra i ranghi cinque e sei.

L’alleno per Xiangqi è simile a quello degli scacchi occidentali: la fila posteriore di ogni lato presenta (in ordine dal bordo esterno al centro) un carro (rook), un cavallo (cavaliere), un elefante (simile a un vescovo), e un consigliere (simile a una regina) su ogni lato del generale (re), che siede al centro. I due Cannoni occupano due posizioni di fronte ai Cavalli, e i cinque Soldati (pedoni) siedono una fila dietro il fiume.

Mentre i pezzi neri e rossi hanno lo stesso potere nel gioco, i nomi dei personaggi rossi non sono così sottilmente più positivi di quelli neri – si potrebbe dire che il lato rosso dovrebbe essere il ‘bravo ragazzo’, anche se questo non dovrebbe influenzare il gameplay.

Pezzi di gioco

Derivato dalla stessa famiglia di giochi di Chaturanga, scacchi occidentali, Shogi e Jogi, un set Xiangqi è costituito da sette pezzi diversi, con 16 in totale. I pezzi Xiangqi sono identificati da caratteri cinesi, a volte tradizionali, a volte semplificati. Qui di seguito abbiamo elencato il nome cinese e inglese di ogni pezzo, così come è equivalente approssimativo negli scacchi occidentali più familiari per la vostra comprensione.

‘Shuài’ – Generale

Proprio come il re, il generale di Xiangqi è la chiave per vincere la partita: per vincere, devi metterlo in smaqui. Il Generale può spostare solo uno spazio orizzontalmente o verticalmente pur rimanendo confinato al palazzo a nove punti in cui risiede.

‘Sh’ – Consigliere/Guardia

I Consiglieri rimangono nel palazzo in nove punti a guardia del generale e sono in qualche modo simili alla regina negli scacchi occidentali, anche se con molto meno potere. Come il Generale, non possono lasciare il palazzo, e i consiglieri possono muoversi solo di un punto in diagonale.

‘Xiàng’ – Elefante

Questo pezzo in realtà non ha un equivalente di scacchi occidentali. Si muove due punti in qualsiasi direzione in diagonale, ma può essere bloccato da pezzi che intervengono e non può saltare su altri pezzi o attraversare il fiume al centro della scheda.

‘Mà’ – Cavallo

Anche se simile al cavallo negli scacchi occidentali, questo cavallo differisce da esso per molti aspetti. Questo cavallo si muove di un punto orizzontalmente o verticalmente, quindi una posizione in diagonale e può essere bloccato da altri pezzi; questo Cavallo non può saltare su altri pezzi.

‘Ju’ – Carro

Se conosci gli scacchi occidentali, questo pezzo sarà semplice per te in quanto si muove esattamente come la torre: può andare fino a che vuole verticalmente o orizzontalmente fino a quando non incontra un altro pezzo o la fine della tavola. A causa di questa libertà di movimento, il carro è spesso considerato il giocatore più forte del gioco, anche se non può saltare su altri pezzi.

‘Pào’ – Cannone/Catapult

Il cannone è simile al carro, muovendosi a suo modo orizzontalmente e verticalmente quando non sta catturando. Quando il Cannone ha intenzione di catturare, tuttavia, deve saltare sopra un altro pezzo, sia compagno di squadra o nemico, per farlo. Il Cannone può catturare solo dopo aver saltato su un altro pezzo, e può saltare sopra un altro pezzo solo quando il suo intento è quello di catturare.

‘Bing’ – Più solido

Molto simile alle pedine degli scacchi occidentali, il Soldato può muovere solo un punto in avanti. Una volta che attraversa il fiume, tuttavia, può anche muoversi a sinistra oa destra. Mentre il Soldato non può mai tornare indietro come il pedone, può catturare come si muove normalmente, cosa che il pedone non può. Non promuove se raggiunge l’estremità opposta del tabellone, anche a differenza del pedone.

Come giocare Xiangqi

A volte indicato come il ‘Gioco degli elefanti’, Xiangqi ha un obiettivo simile agli scacchi occidentali: catturare il generale nemico (re). Ogni squadra si alterna giocando, con i ‘bravi ragazzi’ della squadra rossa di solito facendo la prima mossa come fa la squadra bianca negli scacchi occidentali.

Catturare il Generale di un avversario avviene attraverso il “checkmate”, quando il Generale avversario è sotto attacco senza alcun modo di fuggire, o attraverso lo stallo, che è quando non è sotto minaccia immediata, ma non ha alcuna mossa legale o sicura da fare. Il giocatore che minaccia ha messo quel generale avversario in ‘controllo’, o ‘Jiang’, ed è destinato ad annunciare quando si verifica.

Ad eccezione del Cannone (che è spiegato sopra), ogni pezzo cattura muovendosi normalmente e atterrando su una posizione occupata dal pezzo di un avversario. Un pezzo catturato è fuori dal gioco, e il pezzo di cattura prende il suo posto sul tabellone. Se il gioco si ripete, chiunque stia forzando la ripetizione deve cambiare in quanto non c’è nessun controllo perpetuo in Xiangqi.

Un avvertimento interessante per il gioco è che i Generali avversari non possono mai affrontare l’un l’altro sulla stessa linea quando non ci sono altri pezzi tra di loro; alcuni dicono che è perché non devono mai vedersi. Meno pezzi ci sono sul tabellone, più importanza questa regola ha.

L’altro aspetto unico di Xiangqi è il suo fiume. Anche se non influisce sulla maggior parte del gioco e può essere un po ‘ignorato durante il gioco, porta connotazioni importanti per alcuni pezzi. Gli elefanti non possono attraversare il fiume, e i Soldati guadagnano ulteriore libertà di movimento una volta che lo attraversano, anche se nessun altro pezzo è influenzato.